Pianeti

Mercurio

pianeta-1-mercurio.jpg
Mercurio è il primo pianeta del sistema solare, il più vicino al sole è il più piccolo dei pianeti rocciosi. A causa
della mancanza di un’atmosfera, il suo aspetto ricorda quello della Luna. Il
attraverso il cielo; infatti, il pianeta possiede il moto di rivoluzione più rapido del Sistema Solare. 
DATI GEOFISICI 
Massa.......................................................................5,6851 x 1026 Kg
Massa............................................................................3,3022 x 1023 Kg
Massa (Terra = 1)........................................................0,055
Diametro equatoriale....................................................4.879 Km
Densità media..............................................................5.427 g/cm³
Densità media (Terra = 1).............................................0,984
image007.jpgVolume.......................................................................6,08 × 1010 Km³
Volume (Terra = 1)......................................................0,054
Distanza media dal Sole...............................................57.909.175  di Km
Distanza all’afelio dal Sole...........................................69.820.000 di Km
Distanza al perielio dal Sole..........................................46.001.272 di Km
Periodo di rotazione....................................................58,6 giorni terrestri
Periodo di rivoluzione.................................................88 giorni terrestri
Velocità di fuga..........................................................4,435 m/s
Inclinazione dell’orbita................................................7° sull’eclittica
Inclinazione asse di rotazione......................................0,1°
Eccentricità dell’orbita...............................................0,2056
Velocità orbitale media..............................................47,872 m/s (la più alta del Sistema Solare)
Velocità di rotazione all’equatore................................3,0256 m/s
Satelliti naturali.........................................................0
Anelli.......................................................................no
Temperatura media diurna.........................................467 °
Temperatura media notturna.....................................-183°
Albedo....................................................................0,106

Venere
pianeta-2-venere.jpg



Venere è il secondo pianeta del Sistema Solare in ordine di distanza dal Sole e il sesto per grandezza. Il nome del
pianeta deriva dalla dea romana della bellezza e dell’amore.
Il pianeta può essere visto facilmente ad occhio nudo perché è molto brillante. Il pianeta, al massimo
della sua luminosità, è 12 volte più brillante di Sirio, la stella più luminosa del cielo.
                                  L’orbita di Venere è tale che il pianeta è visibile in cielo nelle vicinanze del Sole in certi periodi subito dopo il tramonto oppure poco prima
                                  dell’alba. Venere ha l’aspetto di una stella lucentissima, di colore giallo-biancastro e si muove alternativamente a Est e a Ovest. Venere, che é
                                  un pianeta interno, quando viene osservato da Terra esso presenta delle fasi: la superficie del pianeta appare cioè illuminata totalmente
                                  o parzialmente oppure del tutto oscurata, a seconda della posizione relativa alla Terra, al Sole e a Venere. Le osservazioni di Galileo su
                                  questo fenomeno furono una prova decisiva in favore della teoria eliocentrica di Copernico. In fine i periodi di rotazione e di rivoluzione di
                                  Venere sono sincronizzati in maniera tale che esso presenta sempre la stessa faccia verso la Terra.

Massa............................................................................3,3022 x 1023 Kg
Massa (Terra = 1)........................................................0,055
Diametro equatoriale....................................................4.879 Km
Densità media..............................................................5.427 g/cm³
Densità media (Terra = 1).............................................0,984
image007.jpgVolume.......................................................................6,08 × 1010 Km³
Volume (Terra = 1)......................................................0,054
Distanza media dal Sole...............................................57.909.175  di Km
Distanza all’afelio dal Sole...........................................69.820.000 di Km
Distanza al perielio dal Sole..........................................46.001.272 di Km
Periodo di rotazione....................................................58,6 giorni terrestri
Periodo di rivoluzione.................................................88 giorni terrestri
Velocità di fuga..........................................................4,435 m/s
Inclinazione dell’orbita................................................7° sull’eclittica
Inclinazione asse di rotazione......................................0,1°
Eccentricità dell’orbita...............................................0,2056
Velocità orbitale media..............................................47,872 m/s (la più alta del Sistema Solare)
Velocità di rotazione all’equatore................................3,0256 m/s
Satelliti naturali.........................................................0
Anelli.......................................................................no
Temperatura media diurna.........................................467 °
Temperatura media notturna.....................................-183°
Albedo....................................................................0,106


Terra
pianeta-3-terra.jpg

 

 La Terra è il terzo pianeta del Sistema Solare in ordine di distanza dal Sole, il quinto per grandezza e il
primo per densità. La Terra costituisce con Mercurio, Venere e Marte il gruppo dei pianeti terrestri o
rocciosi detti così per le somiglianze nella struttura interna terrestre; di questo gruppo il nostro pianeta è
il più grande e il più denso. La temperatura, la pressione, la distanza dal Sole, la composizione
dell’atmosfera, la varietà geologica, la presenza di acqua e la presenza di vita della Terra sono uniche in
tutto il Sistema Solare.

Dati Geofisici Massa..................................................................................5,9737 x 1024 Kg Diametro medio....................................................................12.745 Km Diametro equatoriale.............................................................12.756 Km Diametro polare....................................................................12.714 Km Densità media.......................................................................5.515 g/cm³ Volume................................................................................1,0832 x 1012 km³ Distanza media dal Sole.........................................................149.597.890 di Km Distanza all’afelio dal Sole.....................................................152.100.000 di Km  Distanza al perielio dal Sole...................................................147.100.000 di Km Periodo di rotazione..............................................................23h 56m 4,091s Periodo di rivoluzione...........................................................365g 6h 9m 9s Velocità di fuga....................................................................11,180 m/s Schiacciamento polare..........................................................0,0033 Inclinazione dell’orbita..........................................................0,00005° sull’eclittica Inclinazione asse di rotazione................................................23,27° Eccentricità dell’orbita..........................................................0,01671022 Velocità orbitale media.........................................................29,785 Km/s Velocità di rotazione all’equatore..........................................465,11 m/s Satelliti...............................................................................1 Anelli.................................................................................no Temperatura media.............................................................15° Albedo...............................................................................0,37
Satelliti
La terra ha un solo satellite : la Luna .

Marte




Marte è il quarto pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole e il settimo per grandezza. Il nome
del pianeta deriva dal dio romano della guerra disordinata. Probabilmente il pianeta ha ricevuto questo nome
per via del suo colore rosso, associato al colore del sangue; talvolta Marte è indicato con l’espressione Pianeta
Rosso .




Giove




pianeta-5-giove.jpg 

Giove è il quinto pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole, il primo per massa e per dimensioni
ed è uno dei pianeti giganti gassosi. Giove è quasi due volte più pesante di tutti gli altri pianeti messi insieme;
pensate che Giove è 318 volte più grande della Terra. 

Dati Geofisici

Massa.......................................................................1,8987 x 1027 Kg

Massa (Terra = 1)......................................................317,90

Diametro equatoriale...................................................142.984 Km

Diametro polare..........................................................133.709 Km

Densità media............................................................1.33 g/cm³

Densità media (Terra = 1)...........................................0,241

Volume.....................................................................1,4255 x 1015 Km³

Volume (Terra = 1)....................................................1316,00

Distanza media dal Sole..............................................778.412.027 di Km

Distanza all’afelio dal Sole..........................................816.081.455 di Km

Distanza al perielio dal Sole........................................740.742.600 di Km

Periodo di rotazione...................................................9,9 ore

Periodo di rivoluzione................................................11,9 anni terrestri

Velocità di fuga.........................................................59,540 m/s

Schiacciamento polare...............................................0,064

Inclinazione dell’orbita...............................................1,305° sull’eclittica

Inclinazione asse di rotazione......................................3,13°

Eccentricità dell’orbita...............................................0,04839

Velocità orbitale media..............................................13,069 m/s

Velocità di rotazione all’equatore................................12 580 m/s

Satelliti.....................................................................63 (solo 48 hanno un nome)

Anelli.......................................................................debole anello
Temperatura media..................................................-150°

Albedo....................................................................0,51

 Saturno

pianeta-6-saturno.jpg
Saturno è il sesto pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole, secondo per dimensioni,
dopo Giove, ed è uno dei pianeti giganti gassosi. Pensate che Saturno ha una massa pari a 95 volte
e un volume pari a 700 volte quello terrestre. E’ l’unico pianeta del sistema solare con una densità
media inferiore a quella dell’acqua: solo 0,69 g/cm3.

Dati geofisici

Massa.....................................................................8,6849 x 1025 Kg
Massa (Terra = 1)......................................................95,200
Diametro equatoriale...................................................120.536 Km
Diametro polare..........................................................108.728 Km
Densità media ............................................................0,70 g/cm³
Densità media (Terra = 1)...........................................0,127
Volume.....................................................................8,27 × 1014 Km³
Volume (Terra = 1)....................................................763,00
Distanza media dal Sole..............................................1.426.725.413 di Km
Distanza all’afelio dal Sole..........................................1.503.983.449 di Km
Distanza al perielio dal Sole........................................1.349.467.375 di Km
Periodo di rotazione...................................................10,7 ore
Periodo di rivoluzione.................................................29,5 anni terrestri
Velocità di fuga..........................................................35,490 m/s
Schiacciamento polare................................................0,098
Inclinazione dell’orbita................................................2,49° sull’eclittica
Inclinazione asse di rotazione......................................26.73°
Eccentricità dell’orbita...............................................0,056
Velocità orbitale media..............................................9,672 m/s
Velocità di rotazione all’equatore................................9 870 m/s
Satelliti.....................................................................56 (solo 35 hanno un nome)
Anelli.......................................................................265.500 Km di diametro
Temperatura media..................................................-185°
Albedo.....................................................................0,47


 Urano
pianeta-7-urano.jpg

 

Urano è il settimo pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole, il terzo per diametro, il quarto per
massa ed è uno dei pianeti giganti gassosi, simile a Nettuno ma leggermente più grande. La sua massa è 14 volte
e mezzo più grande di quella terrestre.

Dati geofisici

Massa (Terra = 1)....................................................14,600
Diametro equatoriale................................................51.119 Km
Diametro polare......................................................49.986 Km
Densità media ........................................................1.30 g/cm³
Densità media (Terra = 1)........................................0,236
Volume...................................................................5.9142 x 1013 Km³
Volume (Terra = 1).................................................67,00
Distanza media dal Sole...........................................2.870.972.220 di Km
Distanza all’afelio dal Sole.......................................3.006.389.405 di Km
Distanza al perielio dal Sole.....................................2.735.555.035 di Km
Periodo di rotazione................................................17,2 ore
Periodo di rivoluzione.............................................84,01 anni terrestri
Velocità di fuga......................................................21,290 m/s
Schiacciamento polare............................................0,0229
Inclinazione dell’orbita............................................0,77° sull’eclittica
Inclinazione asse di rotazione..................................97,77°
Eccentricità dell’orbita............................................0,047168
Velocità orbitale media...........................................6,835 m/s 
Velocità di rotazione all’equatore.............................2 590 m/s
Satelliti..................................................................27
Anelli....................................................................102.000 Km di diametro
Temperatura media...............................................-218°
Albedo..................................................................0,56


Nettuno



Nettuno è l’ottavo pianeta del sistema solare in ordine di distanza dal Sole, quarto per dimensioni, è il più piccolo
pianeta gigante gassoso, ma il primo per densità. La sua massa è 17 volte più grande di quella terrestre. Per la sua
distanza, la luce del Sole appare 900 volte meno intensa rispetto alla luce che appare sulla Terra. Ma, come Giove
e Saturno, Nettuno possiede una sorgente di calore interno che sprigiona un’energia doppia rispetto a quella che riceve dal Sole.

Dati geofisici
Massa.....................................................................1,0244 x 1026 Kg
Massa (Terra = 1)....................................................17,200
Diametro equatoriale................................................49.528 Km
Diametro polare.......................................................48.681 Km
Densità media .........................................................1.76 g/cm³
Densità media (Terra = 1).........................................0,317
Volume...................................................................6,2526 × 1013 Km³
Volume (Terra = 1).................................................57,00
Distanza media dal Sole...........................................4.498.252.900 di Km
Distanza all’afelio dal Sole.......................................4.536.874.325 di Km
Distanza al perielio dal Sole.....................................4.459.631.496 di Km
Periodo di rotazione................................................16,1 ore
Periodo di rivoluzione.............................................164,8 anni terrestri
Velocità di fuga.......................................................23,71 m/s
Schiacciamento polare.............................................0,0171
Inclinazione dell’orbita............................................1,77° sull’eclittica
Inclinazione asse di rotazione...................................28,32°
Eccentricità dell’orbita.............................................0,009
Velocità orbitale media............................................5,477 m/s
Velocità di rotazione all’equatore..............................2 680 m/s
Satelliti...................................................................13(solo 9 hanno un nome)
Anelli.....................................................................deboli anelli
Temperatura media................................................-215°
Albedo...................................................................0,41








Pianeti nani



Plutone

Plutone è un pianeta nano più piccolo della Luna, orbitante nelle regioni periferiche del sistema solare, al di là
dell’orbita di Nettuno. Precedentemente considerato un pianeta vero e proprio, di cui era il nono ed ultimo pianeta
del Sistema Solare e il più piccolo di tutti, il 24 agosto 2006, Plutone venne declassato a pianeta nano dall’Unione
Astronomica Internazionale. In virtù dei suoi parametri orbitali, Plutone è anche considerato un classico esempio di
oggetto trans-nettuniano. Plutone è l’unico pianeta che non è stato ancora visitato da una sonda.
Dati geofisici
Massa...................................................................................1,3 x 1022 Kg
Massa (Terra = 1)..................................................................0,020
Diametro medio.....................................................................2.306 Km
Densità media........................................................................2.03 g/cm³
Densità media (Terra = 1).......................................................0,4
Volume.................................................................................6,39 × 109 Km³
Volume (Terra = 1)................................................................0,01
Distanza media dal Sole..........................................................5.906.380.000 di Km
Distanza afelio dal Sole...........................................................7.375.930.000 di Km
Distanza perielio dal Sole........................................................4.436.820.000 di Km
Periodo di rotazione...............................................................6,4 giorni terrestri
Periodo di rivoluzione............................................................247,9 anni terrestri
Velocità di fuga.....................................................................1,270 m/s
Schiacciamento polare...........................................................?
Inclinazione dell’orbita...........................................................17,14° sull’eclittica
Inclinazione asse di rotazione..................................................122,31°
Eccentricità dell’orbita............................................................0,2488
Velocità orbitale media...........................................................4,749 m/s
Velocità di rotazione all’equatore.............................................13,11 m/s
Satelliti..................................................................................3
Anelli....................................................................................no
Temperatura media superficiale..............................................-233°
Albedo..................................................................................circa 0,6
Satelliti
Plutone possiede tre satelliti : Caronte , Ida e Notte.
Cerere

Cerere è l’asteroide più grande della fascia principale degli asteroidi che divide i pianeti interni da quelli esterni e il primo
ad essere scoperto. Secondo la designazione asteroidale il suo nome è 1 Ceres perché è il maggior asteroide. Con il suo
diametro di circa 950 Km, Cerere contiene circa il 35% della massa di tutti gli asteroidi messi insieme. Cerere è l’unico
asteroide del Sistema Solare interno ad essere riconosciuto, grazie al suo titolo di più grande asteroide della fascia,
dall’Unione Astronomica Internazionale, il 24 agosto 2006, come pianeta nano con Plutone e Eris.
Tuttavia, la fascia
di Kuiper, contiene oggetti molto più grandi di Cerere basti pensare, oltre ai pianeti nani, a Quaoar, a Orco e a Sedna.
Dati geofisici
Massa....................................................................................9,5 x 1020 Kg



Diametro................................................................................969 Km



Densità media.........................................................................2.08 Kg/m3


Distanza media dal Sole..........................................................413.715.000 di Km



Distanza all’afelio dal Sole......................................................446.818.000 di Km



Distanza al perielio dal Sole.....................................................380.612.000 di Km



Periodo di rotazione...............................................................9h 4m 28s



Periodo di rivoluzione.............................................................4,599 anni terrestri



Velocità di fuga......................................................................0,51 Km/s



Inclinazione dell’orbita............................................................10,587° sull’eclittica



Inclinazione asse di rotazione..................................................4±5°



Eccentricità dell’orbita...........................................................0,080



Velocità orbitale media..........................................................17,882 Km/s



Classe spettrale.....................................................................G



Satelliti.................................................................................0


La fascia degli asteroidi

La fascia degli asteroidi è una regione del sistema solare compresa fra le orbite di Marte e Giove che
contiene la maggiore concentrazione di asteroidi del sistema solare. La fascia poi segna anche il
confine tra pianeti interni e quelli esterni.
Origine della fascia
Si pensa che, durante i primi milioni di anni della storia del Sistema Solare, i pianeti si siano formati
mediante accumulo di planetesimi. Collisioni ripetute portarono alla formazione dei pianeti terrestri e
dei giganti gassosi. Si ritiene che in quel periodo, Giove abbia impedito, grazie alla sua gravità, la
formazione di un grosso pianeta nella fascia degli asteroidi, e i planetesimi non poterono unirsi per
formare un pianeta. Essi invece continuarono ad orbitare attorno al Sole in maniera indipendente.
Una collisione può spezzare un asteroide in molti piccoli frammenti , che porta alla formazione di una famiglia di asteroidi,
o può unire due asteroidi se avviene ad una bassa velocità relativa. Molte osservazioni inducono tuttavia a
pensare che la fascia sia in veloce evoluzione e gli asteroidi siano oggi molto diversi da com’erano all’inizio.
Le orbite
Tutti gli asteroidi seguono un percorso ellittico e orbitano intorno al Sole nella stessa direzione dei pianeti. Un
asteroide della fascia impiega fra i tre e i sei anni terrestri a completare una rivoluzione attorno al Sole. Gli
asteroidi non sono distribuiti uniformemente nella fascia: ci sono vari gruppi di asteroidi e tutti hanno diverso
periodo orbitale, inclinazione...; alcune regioni sono fitte di asteroidi ma altre quasi vuote (lacune di kirkwood).
La causa è la risonanza orbitale con i pianeti vicini, soprattutto con Giove: asteroidi con periodi orbitali
esattamente pari alla metà, oppure a 1/3 di quello di Giove, ricevono una spinta ad ogni periodo tale da fare loro
cambiare radicalmente orbita in pochi milioni di anni. Di conseguenza, gli asteroidi con tali orbite sono
estremamente rari. Ma Giove, oltre a cambiare le orbite degli asteroidi con la sua gravità, protegge Mercurio,
Venere, la Terra e Marte da collisioni ripetute con loro.
Un asteroide può essere deviato dalla sua orbita
dall’attrazione gravitazionale di un corpo celeste più grande, come un pianeta, e così
esso diventa un suo satellite. Gli astronomi ipotizzano che questo sia successo ai due
attuali satelliti di Marte, Phobos e Deimos.

La fascia di Kuiper

La Fascia di Kuiper, o Fascia di Edgeworth-Kuiper, è una regione del Sistema Solare che si sviluppa
dall’orbita di Nettuno, alla distanza di 30 UA, fino a 50 UA dal Sole e che circonda il nostro Sistema
Solare. Si tratta di una fascia di asteroidale esterna rispetto all’orbita dei pianeti maggiori. Questa fascia
non deve però essere confusa con la nube di Oort perché essanon si trova solo sul piano generale del Sistema
Solare ed è molto più distante dal Sole. Nella fascia sono stati scoperti più di 800 oggetti (Kuiper belt objects
o KBOs); il più grande è il pianeta nano Plutone, assieme al suo satellite Caronte, ma a partire dal XX
secolo sono statitrovati altri oggetti di dimensioni stimabili. Per esempio Quasar, che è stato scoperto nel
2002, è grande la metà di Plutone ed è più grande di Cerere, il maggiore degli asteroidi dellafascia principale.
Gli altri oggetti sono via via più piccoli. La maggior parte dei KBOs, come rivelano gli esami spettroscopici,
sono pezzi di ghiaccio con del materiale organico contenente carbonio. Hanno la stessa composizione delle
comete, infatti molti astronomi pensano che siano comete che , non avvicinandosi mai al Sole, non emettono la loro coda .
Si ritiene che la regione sia popolata da 10 miliardi di nuclei cometari e viene considerata il serbatoio delle comete a corto periodo.

La nube di Oort

La nube di Oort è la regione sferica che avvolge l’intero Sistema Solare, posta tra 30 mila UA e 100 mila UA dal
Sole cioè circa 2.400 volte la distanza tra il Sole e Plutone. In pratica la zona partirebbe da circa 0,8 anni luce dal
Sole ed arriverebbe sino a circa 2,3-2,4 anni luce. Il nome della nube deriva dall’astronomo olandese Jan Hendrik
Oort che nel 1950 per primo ne suggerì l’esistenza. Si suppone che essa sia la dimora di 1.000 miliardi di nuclei
cometari, resti congelati della materia con la quale si formarono i pianeti. Le comete che dimorano nella nube sono
a lungo periodo come la Hale-Bopp e la Hyakutake. A quella distanza l’attrazione gravitazionale del Sole è molto
debole perciò, anche una piccola perturbazione gravitazionale, devia le orbite delle comete dalla loro lunga orbita
e li attira verso di se, ponendoli su orbite a lunghissimo periodo.

Ipotesi sull'origine della nube
L’ipotesi più accreditata sulla formazione della nube di Oort è che sia un resto del nebula solare che ha sprofondato per originare il nostro
                                      Sistema Solare con il Sole e i pianeti circa 4,6 miliardi di anni fa. Un’altra ipotesi è che gli oggetti della nube di Oort inizialmente erano molto
                                      più vicini al Sole come componente che ha formato i pianeti ma Giove, grazie alla sua gravità, li ha espulsi mandandoli all’esterno del
                                      Sistema Solare. Un’ipotesi alternativa è che la nube di Oort e le sue comete erano già presenti nella nebula solare e anche prima del protosole e del disco protoplanetario. Si pensa poi che anche le altre stelle possiedano le loro nubi di Oort e che esse possano a volte coincidere quando ci sono stelle vicine, causando perturbazioni nelle orbite delle comete e quindi aumentando il numero di comete che entrano nel sistema solare interno. C’è inoltre una teoria
che parla di una parte più densa e più interna della nube di Oort detta nube delle colline. Secondo l’ipotesi essa avrebbe un perimetro esterno
ben definito ad AU 20.000-30.000, un perimetro interno meno ben definito ad AU 50.000-3.000 e sarebbe circa 10-100 volte più denso del
resto. Anche se nessuna osservazione diretta è stata fatta in favore della nube, gli astronomi la ritengono la fonte della maggior parte delle
comete che entrano nel sistema solare interno.

Oggetti della nube

Nel 1932 Ernst Öpik, un astronomo arrivato dall’Estonia, suppose che le comete abbiano origine da una nube situata al bordo esterno del Sistema Solare. Nel 1950 l’idea fu ripresa dall’astronomo olandese Jan Oort per spiegare un’apparente opposizione: le comete vengono periodicamente distrutte dopo numerosi passaggi nel Sistema Solare interno, perciò se le comete si fossero originate all’inizio del Sistema, oggi sarebbero tutte distrutte. Il fatto che le vediamo ancora implica che hanno un’origine diversa. Secondo la teoria, la nube di Oort racchiude milioni di nuclei di comete, che sono stabili perché la radiazione solare è troppo debole per avere un effetto a quelle distanze. La nube fornisce una riserva image010.jpgcontinua di nuove comete, che sostituiscono quelle distrutte. La teoria sembra confermata dalle osservazioni successive, che ci mostrano come le comete arrivino
da ogni direzione, con simmetria sferica.